Porta a battente
Scorrevoli a scomparsa
Scorrevole esterno muro
Porta in legno
Sistemi di porte
Cabina armadio
Custom Projects

AlessandroMendini

un uomo, o forse un bambino, di grande semplicità ed entusiasmi spontanei

L’atelier milanese che Alessandro Mendini condivide assieme al fratello architetto Francesco è un concentrato di essenzialità e fantasia in una vecchia fabbrica dismessa “abitata” da creativi di tutte le nazionalità.

Lo incontrammo lì, la prima volta. E in quei luminosi spazi, i colori – così importanti per lui – a noi sembrarono già ispirazioni. Mendini è un uomo, o forse un bambino, di grande semplicità ed entusiasmi spontanei. Dunque persona spirituale.

Con fare giocoso ed enigmatico sembrò ascoltarci con gli occhi più che con le orecchie, quasi alla ricerca dei nostri autentici valori. Per questo i suoi progetti gratificano i bisogni affettivi: Mendini crede che tutto abbia un’anima, anche gli oggetti; e la ricerca intensamente.

Cominciò così una collaborazione segnata da una spontanea consonanza umana, il cui prossimo esito sarà l’architettura della nostra nuova sede aziendale.

PROGETTATO PER HENRY GLASS

Le decorazioni disegnate per le porte Henry glass si raccontano nella leggerezza e nel dinamismo di linee che imprimono sul vetro percorsi mentali e visivi.

Immagini che si alternano in un gioco di pieni e di vuoti, in un ritmo di calibrati chiaroscuri dove i segni dell’artista diventano poesie che raccontano l’amore per l’arte e per le persone.

La mia poetica è quella di elaborare delle immagini di qualsiasi tipo, architettoniche o di design o pittoriche o scultoriche, che interagiscano con la gente in maniera poetica, cioè che trovino degli amici. Se un mio oggetto trova
il suo amico ha svolto il suo ruolo.

Biografia

Architetto milanese, designer, artista, teorico e giornalista, una delle più importanti figure del design italiano neomoderno. È stato direttore o fondatore di riviste come Casabella, Modo, Domus tramite cui ha diffuso le sue istanze di rinnovamento progettuale.
Fine ricercatore di un differente approccio all’oggetto, fatto di mistica, poesia, ritualità, gioco, perseguito con un sapiente intreccio tra arte e design. Vincitore di un Compasso d’Oro.