Porta a battente
Scorrevoli a scomparsa
Scorrevole esterno muro
Porta in legno
Sistemi di porte
Cabina armadio
Custom Projects

FAQ

Come si effettua la pulizia quotidiana di una porta in vetro?

Il vetro trasparente o ceramizzato, per le sue caratteristiche, non assorbe lo sporco e pertanto per la pulizia è normalmente sufficiente una soluzione di acqua e ammoniaca. Possono eventualmente essere utilizzati comuni detergenti per la casa non abrasivi avendo cura di pulire il vetro con un panno soffice o una spugna su tutta la superficie per non generare disomogeneità. Non utilizzare detersivi o liquidi anti-calcare o prodotti e sostanze abrasive.

Come affrontare la prima pulizia della mia porta in vetro?

Dopo l’installazione, la vostra porta in vetro Henry glass può apparire sporca a causa dei depositi di polvere e residui di lavorazione. Raccomandiamo quindi di pulire il vetro seguendo queste indicazioni, per un risultato ottimale: spolverare il vetro con un panno morbido e poi passare una spugna ben imbevuta d’acqua calda e ammoniaca,  con movimenti in senso orizzontale dal centro verso l’esterno, e in senso verticale lungo le estremità.

Dopo questa prima fase, si potrà procedere alla pulizia con l’apposito detergente o un prodotto specifico: per buoni risultati si può ricorrere anche a soluzioni d’acqua e aceto o alcol utilizzando panni morbidi, meglio se di microfibra.

Come intervenire sullo sporco più resistente?

Per prima cosa rimuovere sempre la polvere con uno straccio asciutto e pulito; successivamente utilizzare pulitori a vapore o acqua e ammoniaca nel caso di unto, grasso o calcare, altrimenti solventi specifici, quali la trielina per esempio, per macchie più resistenti. Al termine sciacquare bene con acqua e asciugare subito la superficie.

Posso personalizzare la mia porta in vetro in base alle mie esigenze?

Henry glass cerca di soddisfare ogni specifica richiesta del cliente coinvolgendolo in maniera attiva nella “progettazione” di ogni prodotto: ogni porta è il risultato di moltissime combinazioni tra vetri, finiture, accessori, tipi di scorrimento, sono completamente su misura e vengono personalizzate in base alle indicazioni dell’acquirente, che può addirittura fornire un decoro o un’immagine da riproporre sulla lastra di vetro.

La personalizzazione delle porte Henry glass permette di esaltare la diversità e unicità, trasformando un semplice prodotto funzionale in un oggetto unico ed esclusivo.

Come riconoscere una porta Henry glass?

Al fine di evitare falsi o imitazioni, sul bordo inferiore o superiore in ogni vetro viene stampato in maniera indelebile il marchio Henry glass che ne assicura l’autenticità e la provenienza. Assieme al marchio viene impressa la definizione TEMPERED che attesta la tempera del vetro, e l’indicazione della norma di riferimento “UNI EN 12150:2 – 2005”

La porta in vetro Henry glass è un oggetto sicuro nella propria casa?

Henry glass fin dal 1998 progetta e realizza i suoi prodotti adempiendo al sistema di gestione della qualità secondo le norme UNI-EN ISO 9001:2008 che prevedono un costante monitoraggio dei processi produttivi in tutte le loro fasi. Tutti i vetri prodotti da Henry glass sono di sicurezza, cioè temperati termicamente secondo la norma UNI EN 12150-2.
I vetri temperati, a parità di spessore, hanno una resistenza agli urti notevolmente superiore rispetto ai normali vetri ed inoltre, per motivi di sicurezza, sono conformi alle norme UNI EN 12600 dal momento che in caso di rottura si frantumano in piccolissimi pezzi innocui. Per aumentare ulteriormente la sicurezza del vetro è possibile richiedere vetro temperato e anche stratificato.

I materiali utilizzati per le porte Henry glass sono affidabili?

Le porte Henry glass sono l’incontro di materiali autentici: il vetro, essenziale e luminoso, l’alluminio, tecnico e leggero, il legno, affascinante e vivo; sono elementi naturali dunque, totalmente recuperabili al termine del loro ciclo di vita, nel segno dell’ecologia, della purezza e della qualità dell’abitare.

Cosa rende una porta in vetro Henry glass una porta unica?

Le porte Henry glass sono sempre realizzate a misura del cliente in modo da potersi adattare ad ogni situazione progettuale; sono personalizzabili a gusto del cliente grazie alle svariate possibilità di scelta di vetri, decori, accessori e soluzioni.

Dove posso installare una porta Henry glass?

Le porte in vetro Henry glass sono porte destinate esclusivamente all’arredamento d’interni; i brevetti Henry glass permettono l’installazione su stipiti e sistemi comunemente utilizzati e in commercio. La funzionalità dei sistemi, unita alla pulizia del vetro e ai decori essenziali, si rivela ideale non solo in contesti abitativi architettonici ma anche in ambienti pubblici, commerciali e di lavoro.

Che differenza c’è tra un porta in vetro realizzata industrialmente e una realizzata artigianalmente?

La pregiata qualità dei materiali con cui sono creati i decori e la fattura rigorosamente artigianale degli stessi fa di ogni porta Henry glass un pezzo unico e irripetibile, che si avvale di vent’anni di ricerche e sperimentazioni, nonchè di tecniche industriali all’avanguardia.

Cosa rende la porta laccata Henry glass diversa dalle altre?

Henry glass ha brevettato un sistema di accoppiamento di due lastre laccate che consente di avere ante dalla superficie coprente e perfettamente lucida su ambo i lati, con notevoli vantaggi per la pulizia dell’anta; un’ulteriore nota distintiva è data dalla possibilità di avere porte con lati di due differenti colorazioni, nonchè personalizzate con colori a campione Ral, per ogni tipologia d’ambiente.

Henry glass fornisce il cassonetto o controtelaio per alloggiare la porta scorrevole a scomparsa?

No, il cassonetto o controtelaio per porta scorrevole a scomparsa va acquistato direttamente dal cliente o dall’impresa costruttrice presso ditte specializzate (come per esempio Scrigno o Eclisse), per essere installato in cantiere e poter prendere le misure necessarie a effettuare l’ordine della porta in vetro.

Cosa differenzia la ceramizzazione della porta Henry glass dalla classica acidatura?

Il sistema scelto da Henry glass per la satinatura del vetro è basato su una tecnica di vera e propria ceramizzazione grazie alla quale è possibile ottenere una colorazione dotata di resistenza e durata assolutamente superiori rispetto agli standard dei tradizionali trattamenti di verniciatura, abbinata ad una maggiore facilità nella pulizia. Se tra queste FAQ non hai trovato la risposta alle tue domande, scrivici alla sezione contatti per qualsiasi informazione.

Con le porte in legno Henry glass posso far sparire visivamente la porta nel muro?

Certamente, installando l’apposito stipite “invisibile” Plain (fornito da Henry glass) grazie al quale la porta è in grado di integrarsi alla parete con mimetismo perfetto. Il pannello-porta va ordinato grezzo in modo da poter essere rifinito come la parete (intonaco, colore, carta da parati, ecc).

Perché scegliere Henry glass per realizzare il proprio progetto di partizione personalizzata?

Perché Henry glass, oltre ad offrire un valido sostegno in fase di progettazione, realizza prodotti completamente personalizzabili e dal design esclusivo che quindi si distinguono sostanzialmente da prodotti similari presenti sul mercato.

Il vetro Henry glass è facile da pulire?

Certamente. L’azienda è molto attenta a questo tema che è fondamentale soprattutto nel caso di superfici vetrate di grandi dimensioni o vetrate posizionate in ambienti pubblici.

Quali sono i vantaggi del prodotto Henry glass in termini di sicurezza?

Henry glass può fornire la certificazione che il vetro è stato temperato secondo le norme 12150 e 12600. Nel caso in cui le porte vengano realizzate in vetro stratificato si utilizzano solo vetri temperati, anche per gli specchi; sul mercato i vetri stratificati difficilmente sono anche temperati.
I vetri stratificati Henry glass, inoltre, utilizzano una pellicola EVA spessore 0,76 quando solitamente in commercio viene utilizzata la 0,38.

Posso avere una cabina armadio su misura?

Sì, Henry glass realizza cabine armadio su misura al centimetro in base alle esigenze del cliente.

Qual è il vantaggio di una cabina armadio rispetto al classico armadio?

Il vantaggio di una cabina armadio rispetto al classico contenitore chiuso ad ante è quello di poter tenere tutto a vista, sempre facilmente accessibile e verificabile. Tutto può rimanere a vista anche dal locale accanto se si scelgono porte scorrevoli in vetro che consentono di creare una soluzione non soltanto funzionale ma anche d’arredamento, in grado di conferire più profondità alla stanza.

Ho una mansarda con il tetto inclinato: è possibile avere una cabina armadio su misura?

Sì, il nostro team di progettisti lavora per trovare la soluzione più adatta e soddisfare ogni esigenza: in caso di tetto inclinato, nella maggioranza dei casi è possibile realizzare questo tipo di cabina armadio. Inoltre, il sistema con attacco a parete non va ad interferire con il soffitto inclinato.

Quali sono i colori disponibili per la mia cabina armadio?

È possibile scegliere tra 16 tinte laccate opache di serie o RAL a richiesta senza maggiorazione di prezzo. Gli stessi colori si possono trovare nella collezione di vetri e di porte in legno Henry glass per creare dei progetti in cui sistemi di chiusura e cabine-armadio si integrino e si combinino perfettamente.

Di quanto spazio minimo necessita una cabina armadio?

Una soluzione su misura non ha limiti di spazio, anzi: permette di gestirlo completamente a modo tuo. Le nostre cabine armadio sono personalizzate al centimetro, permettendoti di farne l’uso migliore e di sfruttare vani che altrimenti rimarrebbero inutilizzati, come corridoi, mansarde o sottoscala, per soluzioni intelligenti e discrete.

Come organizzare la cabina armadio perfetta?

È bene suddividere gli spazi sfruttando al massimo gli accessori, pensando a funzionalità e comodità in base al proprio guardaroba: scaffali, contenitori e cassetti per riporre tutto con ordine, e un sistema dove appendere completi e giacche. Le possibilità di combinazione sono moltissime e tutte da scoprire.

Quali accorgimenti adottare per rendere più confortevole una cabina armadio?

Oltre ad organizzare la cabina armadio con accessori ad hoc, alcuni piccoli accorgimenti possono aiutare a rendere questo ambiente più confortevole e ad ingrandire lo spazio: non dimenticate di aggiungere uno specchio, elemento necessario non solo per controllare il vostro look ma anche per dare l’illusione di uno spazio più ampio.

Attenzione alla luce: è sempre meglio preferire e valorizzare all’interno del progetto quella naturale, oltre a predisporre un buon sistema di illuminazione artificiale.